m025_review

“(…)già migliore il quadro per rice on the record: le mani folk di paolo bollero e germana bargoni caratterizzano una vicenda che parte old-franklin delano (just a cloud), procede vagamente california 60s (sound of blue e away for a while, le tracce da preferire, farcite di organo grazie al cameo dello stesso casari) e sfocia nello sporco mare shoegaze con night hopes. “in a slow silent walk” dà l’idea di un prodotto sincero, naturale, introspettivo senza rinunciare ai raggi di sole. futuribili. [6/7]” enrico veronese – blow-up



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *